10 Euro a Settimana!

Senza Anticipo e senza Busta Paga.
Clicca qui e chiama al +39 388 839 65

Matrimonio in chiesa rinviato? Ecco quando valutare il rito civile

fidanzamento rito civile

Condividi su

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Hai deciso di rinviare il matrimonio in chiesa e sposarti solo con rito civile? Ecco alcune utili idee per rendere questo momento comunque indimenticabile e rinviare i festeggiamenti con gli amici e il rito religioso in attesa di miglioramenti sul contenimento del Covid 19 e di minori restrizioni locali e nazionali.

Come sposarsi con rito civile e organizzare l’allestimento dentro e fuori dal Comune

Per sposarsi con rito civile, occorre informarsi rispetto le procedure burocratiche che questo atto presenta. Innanzitutto è da recarsi nel Comune di Residenza con un anticipo di alcuni mesi. In questo modo si potrà avere il tempo di organizzare nel dettaglio i preparativi. Ottenuta la data per la celebrazione del rito civile, bisognerà ricordarsi di portare con sé un documento di identità e delle marche da bollo che andranno inserite sull’atto ufficiale in cui gli sposi saranno uniti in maniera legale in matrimonio. Per quanto riguarda l’organizzazione in termini di allestimento, è bene informarsi per tempo presso il proprio Comune rispetto ad eventuali addobbi floreali o altro da poter prevedere e l’eventualità anche di una musica per l’ingresso della sposa.

E per l’abbigliamento? Si consiglia di optare per abiti comunque eleganti sia per la sposa e sia per lo sposo. Occhio, anche a non rinunciare al tocco del dono del bouquet della suocera per la donna e bottoniere per l’uomo con i medesimi fiori del bouquet.

Completato il rito in Comune laddove ci sia un adeguato spazio esterno, è poi possibile prevedere un piccolo rinfresco. E in questi casi esistono appositi servizi di catering che permettono di organizzare un aperitivo veloce e soprattutto in completa sicurezza. Non è da dimenticare, infatti, che ad oggi sono vietati gli assembramenti ed è sempre da garantire un minimo di distanziamento e di indossare la mascherina per la propria protezione individuale.

I principali aspetti burocratici da non trascurare per questo evento

E per quanto riguarda l’aspetto burocratico? Ebbene, è da tenere presente che il matrimonio è celebrato presso il Comune di residenza di uno dei sposi a seguito di presentazione dei documenti obbligatori richiesti come:

  • Atto di nascita.
  • Certificato su residenza, cittadinanza e stato libero.

Il matrimonio civile, può essere celebrato anche nel caso di persone divorziate o vedove, se in presenza di apposita documentazione che ne attesti lo stato libero. In particolare, in caso di divorziati, sono da allegare la sentenza effettiva di divorzio mentre nel caso di vedovi, sarà sufficiente presentare un documento in cui si confermi la morte del precedente coniuge.

Se la documentazione è in regola, il Comune contatterà gli sposi per eseguire un giuramento di matrimonio e per esporre le pubblicazioni per un periodo di 8 giorni sia nel Comune in cui saranno celebrate le nozze e sia nel Comune di residenza dell’altro coniuge. Tale tempo, è riconosciuto valido affinchè possano essere presentati eventuali motivi di opposizione alle nozze. Inoltre, si procederà al rilascio di un nulla osta al matrimonio che permette agli sposi di celebrare il matrimonio con rito civile entro 180 giorni.

Alcune simpatiche idee per festeggiare il matrimonio con rito civile

Oltre all’allestimento dentro  e fuori il Comune, al fine di non rinunciare a qualche piccolo festeggiamento, ecco anche alcune simpatiche idee per il matrimonio con rito civile:

  • Lanciare dei petali all’uscita degli sposi. In alternativa al lancio del riso perché non dedicare alla nuova coppia un simpatico lancio di petali come buon augurio?
  • Accompagnamento musicale. La musica è importantissima in questi eventi e magari dedicare una o due canzoni agli sposi all’uscita dal municipio può essere comunque emozionante.
  • Rilasciare le partecipazioni al matrimonio in chiesa. In questo evento saranno presenti pochi invitati e per lo più della famiglia viste le ultime restrizioni Covid. E quale occasione per iniziare a distribuire le partecipazioni per l’evento in chiesa rinviato.

Infine, sì anche alla realizzazione di sacchettini con confetti per ringraziare i pochi partecipanti con un pensiero goloso in attesa del romantico rito in chiesa.

Leggi anche