10 Euro a Settimana!

Senza Anticipo e senza Busta Paga.
Clicca qui e chiama al +39 388 839 65

La posateria di nozze: guida alla scelta più giusta

Condividi su

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

L’attenzione ai particolari è ciò che maggiormente tende a fare la differenza, di qualsiasi ambito si tratti. In particolare poi, è durante il ricevimento di nozze che alcuni elementi, alcuni dettagli determineranno la bellezza e la cura del vostro matrimonio: partendo dai segnaposto fino ad arrivare alle posate. Ma, a proposito delle posate, non è solitamente la location ad occuparsi della disposizione e della tipologia delle posate? Certo, spessissimo è così, ma avere un minimo di conoscenza per ciò che riguarda la disposizione e la funzionalità di ogni singolo pezzo potrà portare a delle critiche costruttive nei confronti dello staff qualora sapessimo per certo che esiste qualcosa che non va. Di seguito perciò, nell’ articolo proponiamo dei consigli utili a scegliere al meglio la posateria per il proprio matrimonio.

Scegliere le posate in base alle portate

Anche se la posateria potrà sembrarvi un dettaglio secondario e quindi trascurabile rispetto alla scelta di altri elementi come per esempio le partecipazioni di nozze, si deve tenere in conto invece la loro importanza durante un banchetto nuziale. La tipologia di posate da utilizzare ovviamente dipenderà dalla scelta del menù, quindi in base alla tipologia di portate che avrete scelto per deliziare il palato dei vostri invitati. Si tenderà quindi a differenziare le posate in base all ’elemento portante del piatto. Avremo pertanto:

  • Per portate di carne: non dovrà mancare al lato del piatto un coltello dovutamente affilato per tagliare la carne.
  • Per portate di pesce: esistono delle posate apposite da utilizzare in queste circostanze. Per quanto riguarda il coltello da pesce, questo si presenta come una spatola con piccole tacche, quindi privo di lama affilata come nel caso del coltello da carne.

Disposizione delle posate: come avviene?

Le posate vanno disposte ai lati del piatto : a destra la forchetta, a sinistra il coltello, mentre il cucchiaino e la forchettina da dessert vanno posizionati a nord del piatto stesso. Il numero delle posate varia a seconda della tipologia di portate che avrete inserito nel menù, ma solitamente la forchetta più vicina al piatto è quella destinata all’insalata, seguita da quella da carne per terminare con quella da pesce. Lo stesso vale per i coltelli che dal lato opposto si disporranno quello per insalata più vicino al piatto, quello per carne e infine quello da pesce. Qualora fossero previsti minestra o frutti di mare, cucchiaio e forchettina verranno disposti di fianco all’ultimo coltello.

Materiale: argento o acciaio?

Per una perfetta mise en place dai toni classici e molto formali le posate non potranno che essere scelte in argento. Ma se invece la vostra idea di nozze è ben lontana da queste regole e preferite optare per un banchetto molto più moderno anche quelle in acciaio a andranno benissimo, l’importante è mantenere il giusto equilibrio con il resto.

Non sempre è semplice pensare alle miriadi di cose che servono alla realizzazione del matrimonio, e spesso alcuni particolari possono sfuggire. Per evitare che ciò accada, munitevi di un piccolo planner in cui annotare ogni piccola cosa che vi viene in mente di controllare: è solo così che non vi sfuggirà anche il più piccolo particolare, come la disposizione e la scelta della posateria.




Leggi anche