10 Euro a Settimana!

Senza Anticipo e senza Busta Paga.
Clicca qui e chiama al +39 388 839 65

Matrimonio: meglio all’aperto o al chiuso?

Condividi su

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

I preparativi al matrimonio sono quasi giunti al termine: sono state scelte le partecipazioni, le bomboniere, gli addobbi floreali, il tema, l’auto, i segnaposto, l’abito dello sposo, acconciatura e make up. Ma: non è che per caso dimentichiamo qualcosa? Eh si: la location! Ma quale scegliere? Meglio una soluzione al chiuso o all’aperto? Per capirlo, proviamo ad analizzare i pro e i contro di entrambe le soluzioni.

Matrimonio all’aperto: pro

Organizzare un banchetto nuziale all’aperto può essere davvero la soluzione ideale nei periodi primaverili ed estivi, anche nei mesi come maggio o settembre in cui il caldo non è eccessivo e in cui però è ancora possibile godere di una piacevole giornata o serata all’aperto. Organizzare un matrimonio negli spazi esterni di una location darà alle vostre nozze uno scenario unico e ineguagliabile. Che sia un bellissimo giardino di una villa, un agriturismo immerso completamente nelle campagne o una terrazza affacciata sul mare, le nozze avranno una cornice davvero incantevole a cui non avrete bisogno di aggiungere alcun tipo di decorazione. Altro vantaggio da considerare poi, è che si possono realizzare le foto delle nozze direttamente negli spazi della location scelta. In questo modo oltre ad ottenere degli scatti molto suggestivi si eviterà di sparire per troppo tempo trasformando l’ arrivo in una lunga e interminabile attesa da parte degli ospiti.

Matrimonio all’ aperto: contro

L’unico vero svantaggio che la scelta di un matrimonio all’  aperto deve tenere in considerazione è la possibilità che piova: chi non ha mai assistito infatti ad un improvviso acquazzone estivo? Anche se ci si sposa nei mesi più caldi dell’anno, non è detto che magari, sfortunatamente, non capiti una giornata di pioggia. Cosa fare? Chi non risica non rosica, pertanto rischiare se il vostro sogno è quello di un matrimonio all’ aperto e trovare però una struttura che permetta una soluzione nel caso si presenti un vero e proprio temporale.

Matrimonio al chiuso: pro

Anche i matrimoni al chiuso sono una valida possibilità. Questi di solito si preferiscono nel periodo autunnale e invernale oppure nei mesi in cui le previsioni meteo sono molto incerte, come a marzo o aprile.Un banchetto organizzato in uno spazio chiuso non vi farà passare notti insonni a pensare se pioverà o meno nel giorno delle nozze. Tutti i vostri invitati non dovranno infatti preoccuparsi di bagnare il loro abiti e le vostre decorazioni nuziali rimarranno intatte perché ben protette nella sala ricevimento che avrete scrupolosamente scelto per il grande giorno.

Matrimonio al chiuso: contro

Uno svantaggio non indifferente dello scegliere un matrimonio al chiuso sta nel fatto che gli spazi a disposizione sono, per quanto grandi, comunque limitati. Pertanto, se il numero di invitati è particolarmente alto, bisogna rendersi conto di dover scegliere una location al chiuso che permetta di ospitare comodamente più persone. Inoltre una location al chiuso, per quanto bella, non darà mai lo stesso effetto mozzafiato di una all’ aperto, se non altro per il fatto che il panorama non si potrà godere al cento per cento.

 

In conclusione, non esiste una scelta giusta tra matrimonio all’ aperto o al chiuso. Esistono solo pro e contro che ogni coppia, prima di effettuare una scelta, dovrà adeguatamente considerare.

Leggi anche