10 Euro a Settimana!

Senza Anticipo e senza Busta Paga.
Clicca qui e chiama al +39 388 839 65

Brocca: come scegliere qualla perfetta?

Condividi su

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Immaginiamoci di dover organizzare la cena di Natale: decoriamo la tavola con la tovaglia più bella, il servizio di piatti, il set di bicchieri e quello di posate utilizzati per le occasioni speciali, mentre nell’ angolo della propria camera da pranzo si erge un meraviglioso albero di Natale. La cena di Natale è sicuramente un’occasione speciale durante la quale si preferisce servire anche le bevande in modo elegante. Come? Ecco che entrano in campo le brocche. Ma di cosa si tratta? Nell’ articolo cerchiamo di spiegarlo e di capire come scegliere la brocca perfetta.

Brocca: che cos’è?

La brocca è un recipiente utilizzato per contenere liquidi, solitamente acqua, ma anche vino o bevande gassate. Ciò che differenzia la brocca da un qualsiasi altro recipiente per liquidi è, soprattutto, la forma: una brocca infatti è caratterizzata da una forma tondeggiante e panzuta, con un beccuccio per versare i liquidi e sul lato opposto a questo vi è un manico ad ansa per reggerla.

Quando utilizzarla?

La brocca viene utilizzata solitamente quando si imbandiscono tavole per cene durante occasioni speciali: questo perchè si tratta di oggetti molto delicati è il loro utilizzo quotidiano potrebbe facilmente danneggiarle. Ciò non toglie però che, volendo, non è comunque fuoriluogo utilizzare una brocca per pranzo o cene quotidiane, solo che data la velocità della vita odierna la brocca si rileva come nettamente poco pratica.

Brocca: di cosa è fatta?

I materiali che compongono una brocca possono essere diversi. Quelli più diffusi in commercio sono:

  • Terracotta: materiale che tipicizza in un certo modo le brocche perchè ne esistono fin dall’ antichità costruite in questa particolare ceramica che, dopo il processo di cottura, assume il particolare colore giallo-rosso mattone;
  • Porcellana: materiale utilizzato spesso per la realizzazione di brocche per la particolare eleganza che questa ceramica, proveniente in origine dall’ Oriente, riesce a donare alla tavola;
  • Cristallo: è un particolare tipo di vetro utilizzato per oggetti artistici dalla raffinata manifattura. Le brocche in cristallo sono pregiate, molto delicate e particolarmente costose rispetto agli altri materiali;
  • Metallo: esistono brocche in metallo, come per esempio quelle in acciaio, che però non si preferiscono particolarmente a causa del sapore metallico che rilasciano ai liquidi.

Come scegliere quella perfetta?

Al pari di un qualsiasi altro elemento dell’arredamento, anche la brocca viene scelta considerando fattezze e colori nella prospettiva di abbinarla allo stile scelto per la propria casa: la casa ha un design tipicamente moderno? Si consiglia di scegliere brocche in metallo e senza decori; lo stile della casa si rifà ad un gusto shabby? Sì a brocche in terracotta; e per una casa arredata nei toni più classici possibili? la scelta migliore è quella di optare per brocche in porcellana o in cristallo.

Potrà sembrare banale, ma anche la scelta di una brocca può comportare diversi dubbi. Speriamo pertanto di essere riusciti a fornire utili consigli a tutti coloro i quali si accingono ad acquistarne una.

Leggi anche