10 Euro a Settimana!

Senza Anticipo e senza Busta Paga.
Clicca qui e chiama al +39 388 839 65

Matrimonio: come scegliere il perfetto Bouquet di nozze?

Condividi su

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Gli addobbi floreali che adornano la Chiesa dove si è deciso di sposarsi, i fiorellini che talvolta impreziosiscono i segnaposto e quelli che vengono usati durante la confettata, per quanto belli non rappresentano di certo l’elemento floreale che regna: tutti i fiori visibili quel giorno vengono eclissati dai fiori più importanti, quelli cioè del bouquet di nozze della sposa. Nell’ articolo proponiamo alcuni consigli che possano aiutare la sposa nella scelta del perfetto bouquet di nozze.

Quali fiori scegliere?

Non esiste una regola che indichi precisamente quali siano i fiori da scegliere per il proprio bouquet di nozze: tutto dipende essenzialmente e innanzitutto dalle preferenze della sposa e dal periodo in cui si sceglie di sposarsi, nel caso in cui si opta per dei fiori freschi. Non tutti lo sanno infatti, ma oggi la tendenza che si è sviluppata è quella di scegliere per il proprio bouquet di nozze dei fiori finti anzichè freschi, assicurandosi una serie di elementi positivi: i fiori finti infatti hanno un costo minore rispetto a quelli freschi, non macchiano il vestito della sposa nel caso faccia troppo caldo e, cosa più importante, si può scegliere qualsiasi fiore si voglia, a prescindere dalla stagione in cui ci si trova. Se però si è degli amanti dei fiori freschi e proprio non se ne può fare a meno sono due gli elementi da considerare:

  1. La stagionalità: in base alle stagioni, esistono dei fiori più indicati per determinati bouquet invece che  altri. Se infatti ci si sposa in estate e il fiore che si preferisce non fiorisce in tale periodo, è meglio optare per un fiore differente. Esistono poi fiori detti “annuali” la cui reperibilità risulta facile e assicurata tutto l’anno appunto, e che pertanto sono indicati sempre, a prescindere dal mese in cui si sceglie di sposarsi.
  2. Lo stile del matrimonio: lo stile che si è deciso adottare per il matrimonio deve rispecchiarsi anche nei fiori che vengono scelti per il proprio bouquet di nozze. Se ad esempio si è optato per un matrimonio di giorno, in una location a 5 stelle, dal tono decisamente formale, la rosa è il fiore che fa al caso nostro: bella, eterna, eterea e meravigliosamente adatta; se invece si sceglie un contesto un pò più easy per il proprio matrimonio, sì deciso a fiori che lo rispecchiano completamente.

Ricordiamoci inoltre che quando ci si reca dal fiorista per scegliere il proprio bouquet di nozze, gli stessi fiori dovranno essere confezionati singolarmente per quanti sono gli uomini della famiglia più vicini allo sposo, poichè l’abito dello sposo, l’abito del padre dello sposo, l’abito del padre della sposa,gli abiti dei  testimoni maschi di sposo e sposa dovranno essere adornati dal fiore al posto della pochette se si preferisce un richiamo al bouquet della sposa.

Di che forma preferirlo?

Il bouquet di nozze può avere forme differenti e la sposa molto spesso può non sapere di preciso quale sia quella più adatta. In linea di massima esistono 4 forme di bouquet, e la sposa deve scegliere tra queste 4 quella che maggiormente si adatta allo stile del proprio abito e a quello del proprio matrimonio più in generale. Le forme più comuni quindi sono:

  • Bouquet compatto e rotondo: semplice e senza troppi fronzoli, va bene per abiti da sposa corti, con la gonna a ruota o a tubo.
  • Bouquet voluminoso: presenta fiori dalla corolla molto grande e/o dallo stelo lungo e si adatta perfettamente ad abiti da sposa dal taglio semplice ma sofisticato, come quelli in stile impero.
  • Bouquet a cascata: si adatta perfettamente ad abiti dallo stile a sirena con lo strascico, che rendono ancora più romantico l’abito stesso. Per una questione di proporzioni poi, questo tipo di bouquet si adatta meglio a spose alte.
  • Bouquet con un unico fiore: si tratta di una scelta insolita ma pur sempre elegante e raffinata. Va bene per abiti aderenti, a sirena o a colonna. La peonia ad esempio è un fiore che si presta molto per essere usata singolarmente grazie alla sua forma così ampia e consistente.

Conservarlo o regalarlo?

Quale ragazza dopo aver visto un film a tema in tv non ha sognato almeno una volta di partecipare ad un matrimonio e, tra tante, afferrare il bouquet di nozze della sposa durante il fatidico momento del “lancio del bouquet”? Diventata ormai una tradizione per tutte le spose, quella del lancio del bouquet è una consuetudine attesa da tutte le donne fidanzate e nubili che, sperando di sposarsi presto, vedono nell’ afferrare il bouquet un buon auspicio. La leggenda infatti vuole che la donna che riuscirà a prendere il bouquet durante il lancio si sposerà entro l’anno. Non tutte le spose però scelgono di seguire questa tradizione poichè il lancio del bouquet implica che questi debba essere poi donato alla ragazza che lo prende, e ci sono invece alcune spose che hanno amato così tanto il loro bouquet di nozze da preferire di conservarlo per sé. Non c’è una scelta giusta o sbagliata in questo caso, tutto dipende da quale sia in questo senso la volontà della sposa.

Scegliere il proprio bouquet di nozze non è sempre semplice. Speriamo pertanto di aver fornito nell’ articolo utili consigli a tutte le spose che si accingono a scegliere il bouquet per il loro gran giorno.

Leggi anche