10 Euro a Settimana!

Senza Anticipo e senza Busta Paga.
Clicca qui e chiama al +39 388 839 65

Plaid: idee per scegliere quello perfetto

Condividi su

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Oggi torna l’ora solare: eh si, l’estate è davvero finita! Torna la stagione delle lenzuola di flanella, delle trapunte soffici e calde, del latte caldo nel nostro mug preferito avvolti nel nostro plaid più bello, tra mille soffici cuscini. Ma di preciso, che cos’è un plaidSi definisce plaid una coperta o uno scialle pesante che può essere di diversi materiali, fattezze, tessuti. Nell’ articolo ci occuperemo di fornire degli utili consigli volti alla scelta del perfetto plaid per la vostra casa, avvalendoci di alcune parole chiave che sono: utilizzo, materiale, stile.

Utilizzo

Un bel plaid non può dirsi, per quanto grande, un sostituto di una coperta, di un piumino o di una trapunta perchè la sua natura, in effetti, non è quella: i plaid infatti sono coperte non molto grandi che si scelgono quando ci si vuole rilassare, sul divano o sul letto, guardando un bel film o la propria serie tv preferita, non certo per essere utilizzati per dormire, anche se può capitare di schiacciare un pisolino sotto il suo tepore mentre di pomeriggio si sorseggia una buona tazza di tè dopo un lungo meeting di lavoro. Le peculiarità del plaid che ne rendono l’utilizzo facile e immediato sono la sua praticità ( non essendo molto grande per cui poco pesante può essere tranquillamente spostato dal divano alla poltrona, dalla poltrona al letto) e la sua comodità ( di solito infatti i plaid sono fabbricati in tessuti morbidissimi che sono quasi una carezza per la pelle di chi lo usa).

Materiale

I plaid possono essere fatti di diversi materiali. Quelli più diffusi in commercio sono:

Lana: è il materiale più comunemente utilizzato per la fabbricazione di plaid poichè il più caldo esistente. Però è il materiale probabilmente più costoso, specialmente se si tratta di plaid di cashmere, mentre quelli in lana merinos, di ottima qualità, sono invece più accessibili.

Cotone: i plaid di cotone sono ottimi per chi ama coccolarsi sotto le coperte anche quando le temperature sono più miti poichè, per le sue naturali proprietà, il cotone tende a lasciare una dolce sensazione di freschezza sulla pelle non determinando invece quel senso di soffocamento che possono dare le fibre sintetiche, sconsigliate se non fa molto freddo.

Pile: è un tessuto di origine sintetica di invenzione abbastanza recente che presente alcune caratteristiche che lo rendono un candidato perfetto per la realizzazione di plaid. Il pile infatti è un tessuto:

  • Molto caldo
  • Lavabile in lavatrice
  • Irrestringibile
  • Ingualcibile
  • Economico

Stile

I plaid oggi, come accade per esempio per le tovaglie in cucina o per gli asciugamani da bagno, vengono considerati complementi d’arredo che contribuiscono a conferire alla camera da letto o al soggiorno lo stile che intendiamo ricreare. Pertanto, è indicato scegliere un plaid che sia en pendant con il nostro arredamento. Se ad esempio si vive in spazi piccoli come monolocali che presentano soluzioni cucina – soggiono open spaces dove probabilmente living ed angolo cottura formeranno un unico ambiente, cuore stesso della casa,il divano o il letto sono elementi centrali per l’abitazione. Proprio per questo motivo il plaid che si sceglie dovrà fare la differenza ed essere soprattutto bello a vedersi poiché sarà costantemente in vista. Il plaid più adatto a questo sarà un plaid piuttosto “grafico”, con una stampa particolare, un pattern come i classici scozzesi e tartan o con un colore sgargiante che lo contraddistingua e lo faccia emergere nell’ ambiente. Se invece in casa si ha poca luce naturale o si vuole massimizzare l’effetto della luce che filtra per illuminare ancora di più le stanze e valorizzare gli spazi medio-piccoli, scegliere plaid dai colori tenui è la decisione più giusta, meglio ancora se corrispondono ad una tonalità già presente negli arredi. Questi colori “apriranno” gli ambienti riflettendo la luce del sole e diffondendola nella stanza; inoltre giocare con differenti textures, tutte su toni neutri, è un modo raffinato per “riscaldare” visivamente l’ambiente.

Può sembrare banale, ma anche la scelta di un plaid può comportare dei problemi e, pertanto, speriamo di aver fornito i giusti consigli a chiunque si accinga all’ acquisto di questo soffice elemento.

Leggi anche