10 Euro a Settimana!

Senza Anticipo e senza Busta Paga.
Clicca qui e chiama al +39 388 839 65

Fare colazione: Mug!

Condividi su

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Ogni momento della nostra quotidianità è emblematicamente rappresentato da un oggetto e non fa di certo eccezione il momento più importante della giornata senza cui nemmeno ci si mette in opera: la colazione. Le abitudini a colazione variano molto sia in base alla cultura sia in base ai gusti personali: chi preferisce il dolce al salato, chi ama fare colazione con del pane imburrato chi invece con dei biscotti, chi non inizia senza il caffè e chi ne fa benissimo a meno preferendo il tè. Ma se esiste una cosa che mette solitamente d’accordo sia grandi che piccini è la colazione fatta con latte e cereali rigorosamente nel mug, elemento oggigiorno presente per ogni colazione che si rispetti. Di cosa si tratta?

Ci proponiamo di parlarne in questo articolo.

Che cosa sono?

Mug è un termine di origine anglosassone ad indicare un oggetto che nasce di per sè come gadget pubblicitario, come souvenir da regalare di ritorno da un viaggio: sono delle tazze da colazione dalla forma cilindrica molto capienti.

In cosa differiscono da una normale tazza?

Differiscono dalle tazze comuni poichè il materiale con cui sono costruite è un materiale standard: ceramica o porcellana. Rispetto alle tazze sono molto più capienti e, a differenza delle queste, non sono accompagnate da piattini.

Perchè preferire mug a tazze?

L’elemento che li caratterizza è la loro capienza: pertanto è preferibile scegliere un mug ad una tazza se siete persone che al mattino amano bere latte riempiendo il proprio tazzone  fino all’oro per immergerci biscotti, cereali o muesli.

Come si presentano?

I mug non fanno parte di servizi o set. Sono vendibili singolarmente, e ciò dipende probabilmente dal fatto che prima che divenire un elemento comune utilizzato a colazione, erano utilizzati come souvenir o oggetti da collezione. Non è raro ed anzi molto comune che si comprino mug che raffigurano il logo della propria serie tv preferita, del proprio personaggio dei cartoon preferito o con citazioni di un autore che si ama. Da quando però sono diventati di uso comune per la colazione, si tende a comprarne almeno due.

Come sono fatti?

Il materiale che compone le mug è tradizionalmente la ceramica poichè, data la loro origine di oggetto-ricordo, è il materiale più resistente. Oggi però i mug sono diventati oggetti di uso comune anche per le tavole più formali che però prediligono la porcellana, più elegante e raffinata. Esistono anche mug in vetro o plastica, ma non hanno un mercato molto vasto poichè il materiale che proprio rappresenta i mug è la ceramica.

Quali scegliere?

Esistono tantissime tipologie di mug che differiscono molto tra di loro: mug colorati da più toni o da un solo colore; mug dai colori tenui o molto accesi, mug dalle nuance pastello al bianco puro; mug che cambiano colore a seconda della temperatura della bevanda; mug che raffigurano personaggi storici o di fantasia e mug personalizzabili addirittura con una propria foto. C’è veramente l’imbarazzo della scelta e si può decidere o di seguire lo stile della propria casa, comprando ad esempio mug dai colori che si intonano con i toni del proprio arredamento, o di stravolgere completamente questa linea comprando per ogni membro della famiglia un mug diverso a seconda dei gusti di ognuno.

O comprati come souvenir e poi utilizzati a colazione o acquistati aventi quella precisa finalità, in ogni abitazione c’è oggi almeno un mug. Speriamo di aver fornito ai meno esperti gli elementi utili a identificare questo oggetto.

Leggi anche