10 Euro a Settimana!

Senza Anticipo e senza Busta Paga.
Clicca qui e chiama al +39 388 839 65

Matrimonio: 3 consigli per scegliere i segnaposto

Condividi su

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

I segnaposto: una volta consistevano in semplici cartoncini su cui erano annotati i nomi degli invitati che avrebbero dovuto sedersi ai tavoli del ricevimento di nozze; oggi invece la funzione è all’ incirca la stessa ma, in un contesto di attenta cura ad ogni minimo particolare, il segnaposto ha subito una rapida evoluzione: da anonimo cartoncino a dettaglio da ammirareScegliere i segnaposto è abbastanza semplice se si tiene a mente un mantra: personalizzare. Un numero crescente di coppie opta infatti sempre di più per la scelta di piccoli oggetti personalizzati che richiamino lo stile e il tema del ricevimento, o per piccoli simboli ricorrenti durante l’intero matrimonio, o per piccoli oggetti che rappresentino gli sposi.

Pertanto ci proponiamo di offrire qualche piccolo consiglio per scegliere al meglio i segnaposto.

 Rispettare il tema

Una coppia di sposi ha deciso di sposarsi a San Valentino. Il tema del loro matrimonio è l’amore, la scelta dei colori ricade sul bianco e sul rosso e  su una immensa quantità di cuoricini di carta e stoffa  che decorano la sala del ricevimento. Pertanto i segnaposto devono rispettare il tema scelto per il matrimonio: perchè allora non optare per un piccolo cuoricino di gesso bianco profumato adornato da nastrini rossi alla cui base vi è un cartoncino rosso e bianco su cui è scritto il nome dell’invitato? I segnaposto dovranno richiamare lo stesso tema e lo stesso stile scelto per il proprio matrimonio, adattandosi ai colori, agli addobbi floreali, e al target in generale scelto per il proprio matrimonio. Un’idea molto in voga è quella di presentare segnaposto commestibili: dolcetti, pasticcini, cioccolatini, caramelle che sorprenderanno positivamente tutti gli invitati.

Scrittura dei nomi

La funzione primaria dei segnaposto è quella di indicare ad ogni invitato quale sia il suo posto a sedere al tavolo durante il ricevimento, in modo tale da non creare disordini e far sì che regni un’ atmosfera gioiosa. Si richiede allora per ogni segnaposto una targhetta, un cartoncino, una piccola pergamena su cui sarà indicato il nome dell’invitato. La scrittura deve essere in pendant:

  • con il tema del ricevimento, per cui se si è scelto il blu come colore-tema del matrimonio, la scrittura dovrà essere dello stesso colore.
  • con il matrimonio in generale, per cui ad esempio dovrà essere usato lo stesso carattere tipografico scelto per le partecipazioni di nozze.

Segnaposto: ricordo/regalo

Per pensare a qualcosa che stupisca i propri ospiti, si può decidere per un segnaposto che rappresenti sia un ricordo che un regaloMolte coppie infatti scelgono di regalare i segnaposto ad ogni invitato come piccolo ringraziamento per aver partecipato al loro giorno più bello. Esistono diversi segnaposto che possono fungere da dono, da quelli più semplici a quelli più personalizzati:  se si è scelto di sposarsi vicino al mare, un’idea molto carina potrebbe essere quella di confezionare piccoli segnaposto-calamita a forma di stella marina che ogni invitato potrà posizionare sul proprio frigo una volta tornato a a casa; se invece si è scelto di sposarsi durante il periodo autunnale, una bellissima idea potrebbe essere quella di far confezionare dei piccoli barattolini di conserve di funghi o di marmellata e sul tappo far incidere i nomi degli invitati: ognuno avrebbe il proprio piccolo ricordo personalizzato.

Nella moltitudine di cose che concorre all’ organizzazione di un matrimonio, alcuni particolari possono sfuggire. Pertanto speriamo che questi pochi consigli possano essere d’aiuto alle coppie che si accingono a scegliere i segnaposto per il proprio matrimonio.

 

 

Leggi anche