10 Euro a Settimana!

Senza Anticipo e senza Busta Paga.
Clicca qui e chiama al +39 388 839 65

Padella: i 5 materiali più diffusi tra cui scegliere

Condividi su

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

La padella: la signora indiscussa delle batterie di pentole, la regina incontrastata della spaghettata a mezzanotte, la star dei quattro salti. La padella è un tipo di pentola che si usa così frequentemente da poter essere comprata a prescindere dall’ appartenere o meno ad un set di pentole. Ma quale scegliere? In generale le padelle da un punto di vista estetico sono tutte uguali: pentole dal fondo largo, manico lungo, bordo mediamente alto. Ovviamente se ne possono trovare di diversi colori e fantasie, addirittura alcune padelle riproducono immagini dei propri personaggi preferiti delle serie tv. Quello che però differenzia maggiormente le padelle le une dalle altre è il materiale con cui sono composte che fa si che la padella in questione abbia delle qualità anzichè altre. Vediamo quindi con quali materiali sono costruite le padelle in commercio.

Padelle in oro o in argento

Anche se si tratta di materiali esclusivi che hanno un costo abbastanza elevato, questi metalli vengono utilizzati per fabbricare le padelle ed hanno il pregio di fornire un enorme risparmio energetico in considerazione dell’ottima capacità di condurre calore e di resistere agli shock termici. L’ottima capacità di condurre calore rendono questi materiali particolarmente indicati per le cotture lunghissime a fiamma molto moderata, dalle zuppe ai brasati e agli stracotti. Sono ideali anche nelle scottature di carne o di pesce, ottenendo nell’ immediato una perfetta doratura uniforme. Inoltre sono perfetti per la preparazione dei risotti. Per la preziosità dei materiali, è preferibile lavare queste padelle a mano e non in lavastoviglie per evitare di danneggiarle.

Padelle in alluminio

Le padelle in alluminio sono particolarmente apprezzate per il loro peso specifico, particolarmente leggero e perciò indicato per utilizzi quotidiani.Tra le caratteristiche dell’alluminio dobbiamo ricordare la sua ottima conducibilità termica per cui non bisogna mai usare una fiamma troppo alta né riscaldare la padella quando è vuota  e la sua notevole resistenza agli urti,agli shock termici, alle abrasioni e alle corrosioni.Inoltre, contrariamente a quanto si potrebbe credere, l’utilizzo di padelle in alluminio non è controindicato per chi è allergico al nichel, in quanto durante la cottura il rilascio di questa sostanza è davvero minimale. Data la delicatezza del materiale, si consiglia di prediligere un lavaggio a mano con detergenti delicati senza usare spugnette abrasive.

Padelle in acciaio

Le padelle in acciaio sono particolarmente apprezzate per il gran pregio che hanno, quello cioè di possedere un’enorme resistenza alle abrasioni e alla corrosione. Il materiale ha una fascia di prezzo molto alta e il suo utilizzo è sconsigliato per chi presenta particolari allergie, poichè durante la cottura rilascia tracce di nichel e cromo potenzialmente nocive. L’acciaio è perfetto per le cotture a bagno maria (dove il contenitore non ha il liquido all’interno, ma all’esterno), per le bolliture e le cotture a immersione. L’acciaio, inoltre, è particolarmente indicato per le marinature di prodotti acidi, salamoie e immersioni di pietanze a freddo. Materiale facilmente lavabile che però tende a formare aloni, per cui è consigliabile asciugare subito la padella dopo il lavaggio.

Padelle in rame

Il rame è famoso per essere un materiale dalla straordinaria conducibilità termica ed è perciò preferibile per le cotture lente e costanti a basse temperature e, al contrario, è sconsigliato usare padelle in rame per cucinare cibi acidi come pomodori (ricchi di acidi citrico e malico), salse agrodolci e in genere alimenti che richiedano l’aggiunta di sostanze acide durante la cottura. Hanno una fascia di prezzo abbastanza alta ed è perciò un materiale non accessibile a tutti. Data la sua delicatezza, non bisogna servirsi di spugnette troppo ruvide quando vengono sottoposte a lavaggio poichè queste potrebbero danneggiarle.

Padelle in pietra

Cucinare su padelle in pietra significa prediligere cotture semplici e veloci. La pietra, infatti, pur avendo una bassa conducibilità termica, trattiene a lungo il calore e ha delle ottime proprietà antiaderenti. Il calore è distribuito omogeneamente in modo dolce e prolungato e, se posizionata sul forno, la conducibilità è completa e uniforme. Le padelle costruite con questo materiale hanno però il difetto di assorbire talvolta odori e sapori degli alimenti cucinati. Sono queste padelle molto pratiche poichè le caratteristiche della pietra rendono particolarmente facile la pulizia della superficie di cottura. Si sconsiglia l’utilizzo della lavastoviglie e in genere di detersivi: prediligete, invece, lavaggi a base di acqua e aceto.

Anche la scelta di una padella può comportare delle difficoltà. Speriamo quindi che l’articolo sia d’aiuto a tutti coloro che si apprestano a questo tipo di acquisto.

Leggi anche