10 Euro a Settimana!

Senza Anticipo e senza Busta Paga.
Clicca qui e chiama al +39 388 839 65

Pietanze menù, come scegliere le principali portate del tuo matrimonio

nozze

Condividi su

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Scegliere le principali portate del tuo matrimonio, quale compito più goloso per definire le pietanze menù da proporre ai tuoi ospiti per il ricevimento. Diversi i fattori che potrai valutare per accontentare tutti e che noi di GiordanoCorredi abbiamo raccolto per te in una speciale classifica delle migliori opzioni che il nostro territorio Campano offre.

nozze

Pietanze menù, cosa scegliere in caso di matrimonio di giorno o di sera

Tra i primissimi fattori da valutare per le pietanze menù è rispetto al momento in cui saranno servite ovvero pranzo o cena. Per quest’ultimo caso, un piccolo suggerimento sul matrimonio di sera e a come organizzarlo in poche mosse valorizzando pietanze veloci e golose come antipasti di salumi e formaggi, antipasti con fritture di pesce e un primo unico o a base di carne o a base di pesce, seguito da un secondo sempre a base o di carne o di pesce. Ovviamente se si opta per un menù di pesce, ci dovrà essere una concordanza tra il primo e il secondo offerto e la carne è da utilizzare come alternativa per chi non ama le pietanze di pesce.

Stesso discorso nel caso di primo e secondo a base sempre di carne ed eventuale alternativa con pietanze di pesce. E per un matrimonio di giorno? In questo caso fermo restando la concordanza rispetto alla tipologia offerta tra pesce o carne per il primo o il secondo, vi è una maggiore libertà circa le pietanze menù da offrire. Essendo un pranzo più lungo rispetto alla cena, si possono ad esempio proporre più antipasti e alternare formaggi, salumi, fritture e quanto altro. Si possono proporre anche due primi, magari con porzioni meno abbondanti e un solo secondo di pesce o di carne in base al primo servito in precedenza.

Periodo dell’anno e partecipazione bambini, le migliori portate da servire per il tuo matrimonio

Anche il periodo dell’anno scelto in cui sposarsi ha un peso determinante tra i fattori principali di scelta delle pietanze menù. Se si tratta di un matrimonio estivo, infatti, saranno ricercati più piatti freschi e leggeri mentre nel caso di un matrimonio autunnale, via libera a piatti più corposi ed eventualmente a base di carne. Il periodo dell’anno, condiziona pure il tipo di bevande per accompagnare le portate servite al matrimonio. In estate, si prediligono più bevande fresche e magari con del ghiaccio per mantenere sempre le temperature ottimali.

In autunno, è invece possibile una maggiore valorizzazione dei vini del nostro territorio offrendo più proposte agli invitati in base al menù di pesce o di carne che gusteranno. C’è poi da considerare la partecipazione dei bimbi e dell’importanza di prevedere dei menù più leggeri adatti ai piccoli ospiti. Tra le pietanze menù più quotate, il classico antipasto prosciutto crudo e mozzarella, gnocchi con la salsa, cotoletta e patatine e ovviamente dei golosi dolcetti.

Dettagli immancabili da definire con la location oltre il pranzo o la cena

La scelta delle pietanze menù, non si ferma solo all’antipasto, al primo e al secondo e, con la complicità della location, è importante fissare con cura dei dettagli anche alcuni momenti principali come:

  • Attesa degli sposi. Mentre gli sposi sono impegnati con le foto, è buona norma iniziare ad offrire qualche pietanza ai propri ospiti. Una buona idea è quella di prevedere un aperitivo di benvenuto con spumante e stuzzicherie varie.
  • Frutta e dolci. Il momento finale del pranzo e della cena prima del taglio della torta, rappresenta tra i momenti più golosi tanto attesi dagli ospiti. Composizioni di frutta e minidolci assortiti, non devono assolutamente mancare.

Infine, spazio anche per la confettata con gusti variegati e serviti in porzioni monouso da consegnare ad ogni ospite alla fine del ricevimento.

 

 

Leggi anche