10 Euro a Settimana!

Senza Anticipo e senza Busta Paga.
Clicca qui e chiama al +39 388 839 65

Matrimonio religioso: i 5 passi per la vostra cerimonia da sogno

Condividi su

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Quando si parla di matrimonio religioso pensiamo ovviamente tutti o quasi al matrimonio cristiano cattolico. Ciò dipende ovviamente dal nostro retaggio culturale, ma matrimonio religioso potrebbe riguardare qualsiasi cerimonia in cui vi sia una certa ritualità di natura sacra.Ma, siccome facciamo riferimento a quello che di più comune accade sotto i nostri occhi, quando parliamo di matrimonio religioso ci riferiremo nell’ articolo al matrimonio cristiano cattolico. Nel nostro articolo in particolare indicheremo 5 passi che renderanno il vostro matrimonio religioso una vera e propria favola, in cui tradizione e modernità si legano insieme.

Il rito d’ingresso

Non esiste qualcosa di più emozionante durante la cerimonia religiosa del rito dell’ingresso: lo sposo aspetta all’ altare con il suo testimone; parte la marcia nuziale; la sposa percorre la navata accompagnata dal papà che, baciandola sulla fronte, ne concede la mano allo sposo. Il tutto decorato dalla commozione di tutti i presenti. Il rito d’ingresso in Chiesa è uno dei momenti la cui ritualità appunto lega la nostra epoca al passato, creando un ponte tra tradizione e modernità che ci mostra come anche il più antico dei riti possa ancora oggi emozionare.

Liturgia ed Omelia

Il momento della Liturgia è il momento dedicato alla lettura dei passi selezionati da voi. Potete affidare la lettura ai testimoni, ai parenti o ai familiari in modo da coinvolgerli direttamente nel rito del matrimonio. Successivamente sarà il parroco a leggere il vostro brano del Vangelo. Il momento dell’Omelia invece è dedicato al momento della funzione vera e propria: più il parroco vi è vicino, è più sarà emozionante, perchè magari è il parroco che vi ha seguito fin da bambini e che si commuoverà con voi per questo grande traguardo raggiunto.

Scambio delle fedi

Il momento dello scambio delle fedi è forse quello più emozionante dopo l’ingresso in Chiesa. Solitamente si chiede a dei bimbi di portare le fedi su di un cuscinetto, il che rende il momento ancora più suggestivo ed emozionante. Dopodichè, a turno, il parroco chiederà agli sposi di recitare i propri voti dopo aver benedetto le fedi che andranno posizionate all’ anulare sinistro.

Benedizione degli sposi

Nel momento solenne della benedizione, il parroco invita gli sposi ad inginocchiarsi e, poggiando le mani sul loro capo, procederà alla benedizione nuziale. Se avete pensato di colorare la suola delle scarpe con una frase da dedicare alla sposa allora sposo fatti avanti: questo è il momento per farlo notare.La parte religiosa della celebrazione si conclude con la benedizione finale rivolta a tutta la platea dei fedeli. A questo punto gli ospiti sono liberi di uscire e attendere gli sposi fuori per gli auguri oppure restare in Chiesa dove, in un angolo dedicato, si procederà alla firma degli atti e dei registri.

Uscita solenne

A questo punto siete diventati marito e moglie e siete pronti per varcare la soglia della Chiesa uscendo, mano nella mano, felici da sposi. Si tratta di un momento molto bello, in cui tutti gli ospiti aspettano ansiosi gli sposi all’ uscita della Chiesa per il lancio del riso, per fare gli auguri agli sposi, e per gioire con loro per questo meraviglioso inizio della loro vita insieme.

Il matrimonio religioso è un momento davvero emozionante per chi lo sceglie. Speriamo, con il racconto di questi pochi passi, di aver convinto gli scettici con la prospettiva di un momento commovente e speciale.

 

Leggi anche