10 Euro a Settimana!

Senza Anticipo e senza Busta Paga.
Clicca qui e chiama al +39 388 839 65

Anello di fidanzamento: 3 cose da sapere

Condividi su

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Quale donna non ha mai desiderato di ricevere una romantica proposta di matrimonio in una località che per la coppia è magica? E quale donna non ha mai immaginato di ricevere un meraviglioso anello di fidanzamento? Un pò tutte quelle che immaginano la propria vita accanto ad una persona. Ma quali sono le cose da sapere riguarda ad un anello di fidanzamento? Nell’articolo vi proponiamo almeno 3 elementi da tenere in considerazione.

Le pietre: quali scegliere?

Ogni pietra ha il suo significato e, pertanto, è bene scegliere per l’anello di fidanzamento quella che meglio rappresenta il vostro amore. Non solo diamanti quindi: chi vuole osare e optare per un regalo molto più originale può scegliere pietre diverse a seconda dei propri gusti e di quelli della propria fidanzata, tenendo in considerazione che ogni pietra ha il suo significato. Diamante: amore duraturo, solido e forte; rubino: amore ardente; zaffiro: amore fedele; smeraldo: amore che allieta la speranza; acquamarina: matrimonio duraturo, limpido e felice; berillo: una pietra simbolo di un legame solido; opale: amore sincero.

Dove si indossa?

L’anello di fidanzamento non può essere indossato dove si vuole ma, come la fede, ha una propria collocazione che va rispettata. La tradizione vuole che venga portato all’ anulare della mano sinistra, facendo riferimento alla leggenda che vuole che da lì passi una piccola arteria chiamata vena amoris che porta sangue direttamente al cuore. Sempre la tradizione vuole che il giorno del matrimonio, l’anello venga spostato sull’ altra mano per far spazio alla fede, anche se è molto in auge la tendenza di portare sullo stesso dito sia la fede che l’anello di fidanzamento.

Che tipologia di anello scegliere?

Gli anelli di fidanzamento possono essere realizzati secondo diverse fattezze, e spetterà alla persona che intende proporsi scegliere quello che più potrebbe essere gradito alla futura fidanzata: è un pò un test per capire quanto si conoscono i gusti della propria amata. La scelta potrebbe ricadere su: solitario, quello corredato da diamante è il più gettonato e porta con sé il simbolo dell’eternità evocata proprio dalla gemma dura e resistente; trilogy, dove le tre pietre indicano il simbolo dell’amore passato, presente e futuro; riviera, una tempesta di piccoli brillantini che percorrono il perimetro dell’anello sulla parte superiore donando un’allure molto raffinata ed elegante; veretta o mezza veretta, un giro di pietre lungo tutto il perimetro dell’anello o solo per metà giro, per un tocco particolare e raffinato.

Anche la scelta dell’anello di fidanzamento può talvolta provocare dei dubbi.Un consiglio potrebbe essere quello di farsi aiutare da un’amica della propria ragazza, in modo da essere sicuri di non sbagliare.

 

Leggi anche