10 Euro a Settimana!

Senza Anticipo e senza Busta Paga.
Clicca qui e chiama al +39 388 839 65

Arredo casa: perchè scegliere un portabicchieri?

Condividi su

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Quando si pensa all’arredamento della propria casa si tende a scegliere elementi che possano abbellirla il più possibile: una bella trapunta, una meravigliosa tovaglia, un bel vaso da fiori, un candelabro vintage, un set di asciugamani da bagno che oltre ad essere utili completano l’arredamento della stanza da bagno. Inoltre solitamente un buon corredo che si rispetti tende a dare delle direttive su quelli che sono gli elementi immancabili in una casa e, tra questi, vi è il set di bicchieri, in vetro, in cristallo o in altri materiali. Oggigiorno però la vita quotidiana, frenetica e veloce, ha imposto sempre di più pranzi e cene veloci con piatti e bicchieri in plastica. In particolare allora, dove posizionare i bicchieri di plastica una volta comprati? Facile: non c’è niente di meglio di un portabicchieri. In particolare nell’ articolo ci occuperemo di indicare quale sia il migliore basandosi su tre parole-chiave che sono: utilizzo, materiale, stile.

Utilizzo

Il portabicchieri serve, come indicato dalla parola stessa, a posizionare i bicchieri in plastica monouso una volta comprati. Il suo utilizzo è relativo sia alla protezione dei bicchieri stessi da polvere e allergeni, sia a mantenere una visione di insieme pulita e ordinata. Di solito sono composti da due o più scomparti: uno più grande, che accolga i bicchieri di plastica per contenere acqua e bibite, e uno più piccolino per contenere i bicchieri di plastica per servire caffè, amari e liquori.

Materiali

I portabicchieri possono essere costituiti da diversi materiali. Quelli più comuni in commercio sono:

  • Acciaio. L’acciaio è particolarmente preferito per la realizzazione di portabicchieri perchè rende l’elemento pratico e resistente. Inoltre è facilmente lavabile e resiste ad urti ed ammaccature;
  • Alluminio. L’alluminio è invece meno utilizzato per la realizzazione di portabicchieri perchè è meno resistente e rende l’elemento facilmente suscettibile a lesioni. Inoltre costa un pò in più rispetto agli altri materiali.
  • Plastica. Le materie plastiche sono utilizzate frequentemente nella realizzazione di portabicchieri perchè permettono di avere un elemento particolarmente resistente e facilmente lavabile.
  • Legno. I portabicchieri in legno sono preferibili per quegli arredamenti che rimandano a stili particolari. Difatti se si ha la possibilità di scegliere altri materiali comunque in tono con lo stile della nostra cucina, si cerca di evitare il legno poichè troppo delicato, difficile da lavare, tendente all’usura nel tempo.

Stile

Al pari di quello che accade ad esempio per i cuscini, per un copridivano, per i lampadari o per un servizio da tè, anche il portabicchieri tende ad essere scelto nella misura in cui si adatti al design e allo stile della propria casa: se ad esempio la propria casa è arredata seguendo i dettami dello stile shabby, sì ad un bel portabicchieri in legno con delle piccole decorazioni in vetro magari; se invece l’arredamento della propria casa è ultramoderno e rasenta il minimal, meglio portabicchieri in acciaio che si intonino perfettamente con l’allure conferito al resto della casa.

Sembrerà banale, ma anche la scelta del perfetto portabicchieri può comportare alcuni dubbi. Speriamo pertanto di essere stati d’aiuto a tutti coloro che sono intenti a scegliere i perfetti complementi d’arredo per la propria casa.

Leggi anche