10 Euro a Settimana!

Senza Anticipo e senza Busta Paga.
Clicca qui e chiama al +39 388 839 65

Contenitori per alimenti: quali scegliere?

Condividi su

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Non sono forse la prima cosa a cui si pensa quando si decide di vivere in una nuova casa, ma i contenitori per alimenti sono essenziali per conservare al meglio i propri cibi. Se si vuol mangiare sano e genuino bisogna scegliere dei contenitori giusti per evitare il deperimento degli alimenti, assicurarne l’igiene e garantirne la freschezza.  In linea di massima la scelta di contenitori per alimenti deve basarsi su due elementi essenziali, strettamente collegati tra loro, che sono la modalità di utilizzo dei contenitori per alimenti e il materiale in cui devono essere fatti per quel determinato utilizzo. Ci proponiamo allora di fornire dei piccoli consigli volti alla scelta dei giusti contenitori per alimenti.

Conservare in frigo

I contenitori per conservare i cibi nel frigo possono essere sia di plastica sia di vetro, ma solitamente sono preferibili i contenitori in vetro. Il vetro infatti non altera il sapore dei cibi, non si macchia e permette di controllare visivamente la freschezza di ciò che si è conservato. Se i cibi da conservare sono chiusi ermeticamente, si consiglia di scegliere contenitori medio-piccoli poichè è più facile consumare l’intera porzione in un tempo breve. Tuttavia i contenitori in plastica sono più adatti del vetro per la conservazione di cibi umidi crudi o cotti, poichè resistenti, pratici e non assorbono liquidi.

Conservare in freezer

I contenitori per conservare i cibi in freezer possono essere di diverso genere. Generalmente si preferiscono contenitori in plastica, pratici e non tendenti all’usura, o vaschette in alluminio ideali per congelare piatti già cucinati. I sacchetti per congelare vanno bene invece per gli alimenti più piccoli: sono infatti molto pratici poichè presentano di solito delle etichette prestampate su cui è possibile annotare la data in cui il cibo è stato conservato.

Conservare in dispensa

I contenitori maggiormente preferiti per la dispensa sono quelli costruiti in metalloceramica o porcellana poichè particolarmente indicati per conservare alimenti secchi come caffè, zucchero, pasta, biscotti. Non sempre però contenitori costruiti con questi materiali hanno una chiusura ermetica: è consigliabile allora posizionarli in dispensa  su ripiani più alti rispetto ai fornelli, in modo che fumi, odori e calore non possano alterare la consistenza dei cibi conservati. Inoltre per la conservazione di alimenti da dispensa si preferiscono queste tipologie di materiali poichè il design con cui si presentano può essere adattato allo stile della casa: se di fatto i barattoli che contengono caffè, zucchero, biscotti o bustine di tè sono riposti su ripiani in vista, possono divenire essi stessi complementi d’arredo in linea con l’arredamento della propria cucina. Pertanto sarebbe utile scegliere barattoli di un colore che si adatti a quello della propria cucina.

 La salute è importante per tutti ed è per questo essenziale scegliere contenitori che possano conservare i nostri cibi in sicurezza. Speriamo allora che questi pochi consigli possano essere utili a coloro i quali hanno necessità di scegliere i contenitori che possano assolvere al meglio alle loro funzioni.

 

 

Leggi anche